Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le sonde Voyager compiono 40 anni.

KEYSTONE/AP NASA/HOPD

(sda-ats)

I social media non esistevano quando le sonde Voyager hanno cominciato il viaggio che le ha portate a essere i veicoli spaziali più distanti dalla Terra, ma adesso gli auguri per i 40 anni dal loro lancio viaggeranno soprattutto su Twitter, Instagram e alcuni blog.

E' così che l'agenzia spaziale americana Nasa si prepara a celebrare una delle più entusiasmanti avventure spaziali, nella quale due sonde lanciate nel 1977 hanno varcato i confini del Sistema Solare. A bordo di entrambe un disco d'oro con suoni e immagini che raccontano la vita sulla Terra e un messaggio dell'umanità destinato a eventuali civiltà extraterrestri.

Il 20 agosto 1977 il programma Voyager veniva inaugurato con il lancio della sonda Voyager 2 dalla base di Cape Canaveral; 16 giorni più tardi, il 5 settembre 1977, dalla stessa base partiva la sonda gemella, Voyager 1, che nel settembre 2013 è stata la prima a superare le colonne d'Ercole del nostro sistema planetario per addentrarsi nello spazio interstellare. Proprio per il 5 settembre la Nasa ha organizzato una cerimonia a Washington, presso National Air and Space Museum. Le registrazioni sono già aperte, ma solo per blogger e profili social americani.

Le 40 candeline festeggeranno anche gli storici risultati collezionati dal programma. Dati e immagini inviati negli anni dalle due sonde hanno permesso di avere una conoscenza molto più dettagliata del Sistema Solare. Il più recente è del 2016, con la scoperta di altre due lune di Urano, oltre alle 27 già note, basata sui dati catturati nel 1986 dalla Voyager 2.

SDA-ATS