Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Federazione svizzera delle comunità israelitiche (FSCI) e la Piattaforma di Ebrei liberali della Svizzera (PJLS) condannano con fermezza gli attentati contro una sinagoga e un luogo d'incontro sulla libertà d'espressione a Copenaghen. Auspicano adesso che le autorità elvetiche garantiscano la sicurezza della comunità ebraica in Svizzera.

Come un mese fa a Parigi, ebrei e persone che vogliono affermare la loro libertà d'espressione sono stati presi di mira e attaccati, scrivono le due organizzazioni oggi in un una nota congiunta.

La FSCI e la PJLS rivolgono "ai familiari delle vittime e ai feriti la loro profonda simpatia. In queste ore difficili la loro solidarietà va in particolare alla Comunità ebraica di Danimarca", aggiunge la nota.

Esse invitano pure le autorità ad adottare tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza della comunità ebraica in Svizzera "visto il forte aumento delle minacce e degli atti di violenza antisemita in Europa".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS