La Confederazione rinuncia per motivi finanziari ad avviare la campagna contro lo spreco alimentare (Food Waste), che avrebbe dovuto essere lanciata nel 2016 e che invece viene rinviata a tempi migliori.

Lo ha dichiarato una portavoce dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), confermando oggi articoli apparsi sui quotidiani Tages-Anzeiger e Bund. In Svizzera circa un terzo dei prodotti alimentari finisce nel sacco dei rifiuti, stando a cifre relative al 2014. Il costo della campagna di sensibilizzazione, della durata di tre anni, è stato stimato a 6 milioni di franchi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.