Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRIGA - Rappresentanti di Uri, Grigioni, Vallese e Ticino hanno tenuto oggi a Briga (VS) la terza edizione della Conferenza del San Gottardo. Per gli intervenuti è tempo di passare dalla teoria alla pratica, di lasciare alle spalle i campanilismi e di sviluppare la regione nei settori del turismo, dell'energia, del traffico e dell'impiego.
Fra i concetti da sviluppare, il presidente del Gran consiglio ticinese Dario Ghisletta ha citato il silenzio, "un prodotto del futuro che sarà molto ricercato". Per altri oratori, vanno sviluppati l'acqua e il vento, nonché la cultura.
Secondo il direttore del progetto "San Gottardo" Jean-Daniel Mudry, esistono una decina di progetti concreti in fase di realizzazione, "per i quali siamo nelle previsioni". E' vero - ha ammesso - che il San Gottardo con i suoi ingorghi e gli incidenti della circolazione non gode di una buona immagine, "ma occorre riposizionarlo in quanto regione di vacanza".
Mudry ha citato due realizzazioni concrete: l'offerta di veicoli elettrici Alpmobil, lanciata lo scorso luglio e coronata da successo, nonché la collaborazione fra "San Gottardo" e l'ente turistico di Obergoms (valle di Goms).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS