Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Didier Burkhalter

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE

(sda-ats)

Rilanciare il processo di pace e promuovere la soluzione a due Stati. È l'invito del consigliere federale Didier Burkhalter oggi a Parigi nell'ambito della Conferenza ministeriale sulla pace in Medio Oriente.

Organizzata dalla Francia all'incontro partecipano circa 70 Stati. Il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha chiesto a Israeliani e Palestinesi di prendere delle misure per ristabilire la fiducia reciproca: l'invito a Tel Aviv è di "non proseguire la colonizzazione in Cisgiordania e a Gerusalemme-Est"; mentre i dirigenti palestinesi "potrebbero adottare una posizione chiara contro ogni incitamento alla violenza".

Burkhalter ha pure invitato gli Israeliani a utilizzare la carta economica, per accrescere il flusso di beni e di persone tra Gaza, Israele e la Cisgiordania. "Combattendo la disoccupazione che raggiunge il 50% a Gaza, si ricostruirebbero prospettive positive". Ai Palestinesi il ministro degli esteri elvetico ha chiesto tra l'altro di rafforzare lo spazio democratico e la fiducia nelle istituzioni: "non occorre più attendere prima di tenere elezioni locali e generali".

"La Svizzera accoglie inoltre favorevolmente la creazione a Parigi di un forum sulla società civile (...), ha aggiunto Burkhalter. Questo organismo, composto di attori della società civile israeliana e palestinese, mira a incentivare il dialogo tra organizzazioni israeliane e palestinesi, in particolare in materia di rafforzamento di una cultura di partenariato e di riconciliazione.

La Svizzera s'impegna in Medio Oriente per una pace giusta e duratura tra Israeliani e Palestinesi sulla base di una soluzione negoziata a due Stati. Conformemente alla risoluzione 2334 del Consiglio di Sicurezza dell'ONU del 23 dicembre 2016, Berna non riconoscerà un cambiamento delle frontiere del 1967, compresa la questione di Gerusalemme, a meno che non risulti da un accordo negoziato tra le parti, conclude una nota odierna del DFAE.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS