Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I resti di Miguel de Cervantes non sono mai usciti dal convento delle Trinitarie nel quartiere de Las Letras di Madrid. L'antropologo forense Francisco Etxebarria, che coordina l'equipe di esperti ha confermato oggi che "è possibile considerare che, fra i resti recuperati, si trovino alcuni frammenti di Miguel de Cervantes".

"Sono molte le coincidenze e poche le discrepanze", ha sostenuto Etxebarria, nella conferenza stampa convocata per lo "storico annuncio" al Palacio de Cibeles, sede del Comune, alla quale hanno preso parte l'archeologa Almudena Garcia Rubio e lo storico Francisco José Marin Perelló.

"Siamo molto prudenti, ma abbiamo speranza e siamo convinti che fra questi frammenti abbiamo 'qualcosa' di Cervantes", ha aggiunto con cautela Etxebarria, sottolineando che non si tratta di una conclusione scientifica, in mancanza dei risultati degli esami del Dna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS