Navigation

Congo: esplosioni Brazzaville, circa 200 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 marzo 2012 - 15:41
(Keystone-ATS)

La serie di esplosioni avvenute oggi in un deposito di munizioni in una base militare a Brazzaville, in Congo, ha provocato almeno 200 morti e molte centinaia di feriti. Lo riferisce un comunicato ufficiale della presidenza, che cita fonti ospedaliere.

Una fonte diplomatica europea, raggiunta per telefono da Parigi, in precedenza aveva già riferito che "negli ospedali militari si contano oltre 150 morti e circa 1500 feriti in condizioni più o meno gravi". Altri feriti si troverebbero in ospedali civili della capitale.

Le esplosioni si sono verificate in un deposito di munizioni e anche molti edifici circostanti sono stati danneggiati. Tra questi anche uno che ospita i dormitori di circa 140 operai cinesi che lavorano ad un progetto della Beijing Construction Engineering Group.

L'agenzia Nuova Cina scrive che almeno tre operai cinesi figurano tra le vittime e che la compagnia ha evacuato tra i 50 e i 60 operai dal posto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?