Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ricerca, formazione e innovazione meritano 64 milioni di franchi in più rispetto a quanto proposto per il 2012 - quasi 5,2 miliardi - dal Consiglio federale. Lo ha deciso oggi la Camera dei cantoni, che ha voluto concedere più mezzi alle Scuole universitarie professionali (SUP) e alla formazione professionale. Il dossier va al Nazionale.

Nel suo messaggio, l'esecutivo proponeva di liberare un credito di 5,185 miliardi, ossia il 2,7% di più rispetto al 2011. Durante la discussione, i "senatori" hanno tuttavia deciso di innalzare i mezzi per la formazione professionale di 50 milioni di franchi (794 milioni).

La sinistra ha tentato invano di raddoppiare questa somma, ma la proposta di Anita Fetz (PS/BS) è stata respinta per 23 voti a 7. La camera ha poi votato 14 milioni supplementari destinati alle SUP, per un totale di 439,4 milioni.

Nel corso dei vari interventi, tutti gli oratori hanno sottolineato l'importanza della formazione e della ricerca per la Svizzera, vero motore della nostra economia. Proposito sottolineati anche dal consigliere federale Didier Burkhalter.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS