Navigation

Consiglio degli Stati per un esercito di 100'000 militi

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 giugno 2011 - 13:04
(Keystone-ATS)

L'esercito svizzero in futuro dovrebbe contare 100'000 uomini. È quanto auspica il Consiglio degli Stati che oggi ha optato per questa variante, più generosa rispetto al progetto iniziale del Consiglio federale. I senatori hanno rinunciato a fissare un budget.

L'esame del Rapporto sull'esercito 2010 è stata l'occasione per dibattere di quanto forte e quanto costoso dovrebbe essere l'esercito in futuro. Al plenum sono state proposte diverse varianti. La prima, sostenuta dalla maggioranza della commissione della politica di sicurezza, prevede un effettivo di 100'000 soldati e spese annue per 5,1 miliardi. La proposta di Philipp Stähelin (PPD/TG), che alla fine ha raccolto la maggioranza dei voti, chiedeva lo stesso effettivo ma senza fissare una somma massima.

Alcuni deputati borghesi, fra cui anche da Filippo Lombardi (PPD/TI), proponevano un'esercito più forte, con 120'000 uomini e 5,3 miliardi a disposizione. L'ultima variante, che corrisponde al progetto iniziale del governo e caldeggiata dalla sinistra, verteva su 80'000 militi e 4,4 miliardi l'anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?