Navigation

Consiglio federale: niente più resti di cucina per i maiali

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 maggio 2011 - 10:16
(Keystone-ATS)

Dal primo di luglio, niente più resti succulenti di cucina per pranzo o per cena ai maiali. È quanto prevede la modifica di un'ordinanza approvata oggi dal Consiglio federale dopo che l'Unione europea (Ue) aveva fatto pressione in tal senso.

La Confederazione non aveva altra scelta: per poter continuare ad esportare carne di maiale nel resto d'Europa doveva adeguare le sue prescrizioni in materia di alimentazione di questi animali alle regole in vigore nell'Ue. Stop quindi agli scarti di pasti e di cucina tanto amati da questi quadrupedi. Tali pratiche sono bandite a livello europeo dal 2006.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?