Navigation

Consiglio federale: UDC, ricevute sei candidature per il governo

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2011 - 12:14
(Keystone-ATS)

Domani il gruppo parlamentare UDC alle Camere federali potrà scegliere tra almeno sei candidati per l'auspicato secondo seggio in Consiglio federale: oggi la direzione nazionale del partito ha confermato che anche il consigliere nazionale friburghese Jean-François Rime fa parte della rosa dei candidati.

Nella sua veste di parlamentare federale, Rime non era infatti obbligato a essere presentato ufficialmente dalla sua sezione cantonale entro la mezzanotte di ieri. L'UDC friburghese gli aveva però assicurato il suo sostegno nel caso in cui avesse deciso di candidarsi. Così è stato.

Oltre a Jean-François Rime, i candidati - che domani saranno ascoltati dal gruppo parlamentare - saranno quindi il consigliere agli Stati Hannes Germann (SH), i consiglieri nazionali Guy Parmelin (VD) e Bruno Zuppiger (ZH), nonché i consiglieri di Stato Jakob Stark (TG) e Heinz Tännler (ZG), ha indicato oggi l'UDC nazionale.

Non è ancora chiaro se il partito di Toni Brunner presenterà uno o più candidati ufficiali. È invece certo che il consigliere federale Ueli Maurer si ripresenterà il 14 dicembre per essere rieletto.

Nel suo comunicato, l'Unione democratica di centro sottolinea come "sia più che mai importante che i partiti più forti nel Paese assumano insieme la responsabilità governativa". Di conseguenza, le altre formazioni politiche hanno il dovere di ristabilire "il sistema di concordanza che ha dato prova di efficacia". Difficili sfide economiche attendono la Svizzera e le pressioni dall'estero aumenteranno, rileva l'UDC.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?