Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È un Consiglio federale sollevato quello che si è presentato in conferenza stampa a Berna dopo i tre no popolari alle iniziative in votazione e il sì alla costruzione di una seconda galleria autostradale al San Gottardo.

La ministra di giustizia e polizia Simonetta Sommaruga ha sottolineato a più riprese come sia stata fondamentale la mobilitazione della società civile per opporsi al testo dell'UDC sull'attuazione dell'espulsione dei criminali stranieri. "Oggi è un giorno importante per lo Stato di diritto", ha rilevato , aggiungendo che "i votanti hanno deciso di non voler prendere il posto del parlamento".

Il diritto nazionale non deve essere posto al di sopra dei diritti dell'uomo, ha precisato, facendo notare come gli stranieri di seconda generazione non siano soltanto tollerati, ma fanno parte della Svizzera. Durante la campagna sono sorte incomprensioni e si sono creati fossati che dovranno essere colmati. Sul risultato del Ticino, secondo Sommaruga, il sì all'iniziativa non riguarderebbe solo l'oggetto in questione. "In Ticino le paure in merito agli stranieri sono più grandi", ha affermato.

Sull'entrata in vigore del progetto di legge elaborato dal parlamento sull'espulsione dei criminali stranieri, Sommaruga ha affermato che il Consiglio federale ne discuterà nel corso della prossima seduta. "L'applicazione dovrebbe comunque avvenire il più tardi il primo gennaio".

Grande soddisfazione è stata espressa anche da Doris Leuthard per il sì al risanamento del San Gottardo."È nello spirito del nostro paese garantire collegamenti efficienti con tutto il paese", ha rilevato. L'Ufficio federale delle strade (USTRA) potrà lanciare un progetto, che verrà sottoposto al governo, operando in collaborazione con i cantoni e i comuni interessati.

Una volta ottenuta luce verde, se nessuno presenterà ricorsi, i lavori dovrebbero iniziare nel 2020. "Strada e ferrovia non sono concorrenti, ma funzionano in modo combinato", ha aggiunto Leuthard. Sulle opposizioni emerse nel Mendrisiotto, la ministra dei trasporti ha affermato che "nel sud del Ticino ci sono altri problemi, con il traffico e i frontalieri, che non hanno niente a che vedere con il risanamento del San Gottardo".

In merito all'iniziativa del PPD, il ministro delle finanze Ueli Maurer ha promesso che il Consiglio federale terrà conto dell'esito risicato della votazione. "Verrà scritto un nuovo capitolo", ha aggiunto, sottolineando come per il governo sia sempre stato importante agire per sopprimere le disparità in materia fiscale che colpiscono le coppie sposate.

Poche le parole del ministro dell'economia Johann Schneider-Ammann per commentare la chiara bocciatura dell'iniziativa della Gioventù socialista sulle speculazioni alimentari. "La fame nel mondo è un tema che ci preoccupa, ma il testo in votazione non avrebbe permesso di risolvere nessun problema, anzi, ne avrebbe creati altri", ha affermato, ringraziando la popolazione per il "no".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS