Tutte le notizie in breve

Da uno studio dell'istituto Customer Insight dell'Università di San Gallo, basato su un sondaggio svolto tra 1260 persone nella Svizzera tedesca e francese, i consumatori sarebbero disposti a pagare dal 20 al 30% in più per prodotti regionali.

A prezzo uguale, indica una nota odierna dell'ateneo, il 70% degli interrogati darebbe la precedenza a prodotti regionali su altri prodotti svizzeri di origine sconosciuta.

Tra i prodotti regionali citati per i quali i consumatori sarebbero pronti a sborsare una cifra maggiore si annovera il formaggio, il miele, lo yogurt, le uova, il latte e la carne. In ultima posizione frutta e verdura.

Questa maggiore generosità si spiega, secondo i ricercatori, col sentimento di attaccamento che provano queste persone per ciò che viene prodotto localmente. Tra gli altri motivi più razionali citati figurano il sostegno all'economia regionale, trasporti più brevi e la qualità.

In generale, i risultati dello studio mostrano che per gli imprenditori la creazione di prodotti ancorati al territorio è pagante.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve