Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Da uno studio dell'istituto Customer Insight dell'Università di San Gallo, basato su un sondaggio svolto tra 1260 persone nella Svizzera tedesca e francese, i consumatori sarebbero disposti a pagare dal 20 al 30% in più per prodotti regionali.

A prezzo uguale, indica una nota odierna dell'ateneo, il 70% degli interrogati darebbe la precedenza a prodotti regionali su altri prodotti svizzeri di origine sconosciuta.

Tra i prodotti regionali citati per i quali i consumatori sarebbero pronti a sborsare una cifra maggiore si annovera il formaggio, il miele, lo yogurt, le uova, il latte e la carne. In ultima posizione frutta e verdura.

Questa maggiore generosità si spiega, secondo i ricercatori, col sentimento di attaccamento che provano queste persone per ciò che viene prodotto localmente. Tra gli altri motivi più razionali citati figurano il sostegno all'economia regionale, trasporti più brevi e la qualità.

In generale, i risultati dello studio mostrano che per gli imprenditori la creazione di prodotti ancorati al territorio è pagante.

SDA-ATS