Tutte le notizie in breve

Il clima dei consumi è leggermente migliorato in febbraio: il relativo indice di UBS è salito a 1,50 punti, contro 1,44 punti di gennaio.

Questo aumento è dovuto alla crescita del settore del turismo, che si sta riprendendo dallo choc dell'apprezzamento del franco e sta pian piano ritrovando il livello del 2014.

Stando agli economisti dell'UBS, l'evoluzione positiva lascia prevedere un consumo privato solido nel primo trimestre. Tuttavia il clima negativo nel commercio al dettaglio agisce invece da freno sull'indicatore dei consumi.

Per quel che concerne il settore turistico, nel mese di febbraio il numero dei pernottamenti ha registrato un aumento del 5,5% rispetto al mese precedente. Dopo il minimo toccato a seguito all'abolizione della soglia minima franco-euro, il settore è riuscito a superare la fase critica, spiegano gli economisti di UBS.

Va ricordato che per l'anno in corso gli specialisti della grande banca elvetica puntano su una crescita del prodotto interno lordo (PIL) pari all'1,4%. "Anche se non si può dare per scontata una crescita netta, l'andamento dell'economia dovrebbe tuttavia risultare più sostenuto rispetto allo scorso anno", si legge nella nota.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve