Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Consumi in aumento

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

La ripresa del turismo e il vigore manifestato dal mercato automobilistico spingono verso l'alto l'indicatore UBS dei consumi, salito da luglio a agosto da 1,45 (dato riveduto) a 1,53 punti.

L'aumento dell'1,6% dei pernottamenti in hotel rispetto all'anno precedente indica che il turismo estivo ha effettivamente ripreso slancio, scrivono gli economisti di UBS. Quanto al mercato automobilistico ad agosto le nuove immatricolazioni sono state superiori alla media mensile dall'inizio del Duemila.

Ma non bisogna farsi prendere dall'euforia, visto che il mercato del lavoro si presenta ambivalente. Il livello di occupazione, spiega UBS, ha registrato nel secondo trimestre un leggero aumento rispetto ai tre mesi precedenti, mentre è diminuito nel raffronto annuo. Tale situazione di incertezza potrebbe rappresentare un ostacolo allo sviluppo dinamico della fiducia dei consumatori.

Nel primo semestre dell'anno, afferma ancora UBS, l'economia svizzera ha registrato una progressione sostanziale pari all'1%. I consumi privati, tuttavia, decolleranno solo se tale crescita si rispecchierà sul mercato del lavoro.

Con un anticipo da uno a tre mesi rispetto alle cifre ufficiali, l'indicatore UBS dà un'idea dell'andamento dei consumi privati elvetici, che con oltre il 50% rappresentano la componente più significativa del prodotto interno lordo. Viene calcolato in base a sei variabili: vendite di nuove autovetture, andamento delle vendite nel commercio al dettaglio, numero di pernottamenti in albergo da parte di residenti in Svizzera, indice della fiducia dei consumatori, andamento occupazionale e fatturato delle carte di credito generato tramite UBS nei punti vendita nazionali.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS