Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Consumi: indicatore UBS segnala rallentamento della crescita

Rallenta la crescita dei consumi in Svizzera: il relativo indicatore calcolato da UBS ha segnato in agosto una diminuzione, scendendo a 1,35 punti da 1,67 punti del mese precedente. La minore dinamica già riscontrata nei primi due trimestri viene così confermata, informa la banca in un comunicato odierno.

Tutti i sottoindicatori hanno contribuito alla flessione di agosto. Le immatricolazioni di vetture nuove sono fortemente diminuite, con un -5,8% rispetto all'anno precedente. Anche l'andamento degli affari rilevato dal KOF nel commercio al dettaglio è peggiorato, scendendo da 11 a 2 punti e situandosi per la prima volta da quattro mesi sotto la media a lungo termine. In frenata sono anche altri sottoindicatori, come i pernottamenti in albergo e il fatturato delle carte di credito generato tramite UBS presso i punti vendita nazionali.

Le stime sull'espansione economica svizzera pubblicate a inizio settembre mostravano già per il secondo trimestre consecutivo un indebolimento della crescita nei consumi privati. Il settore interno, pilastro dell'economia negli anni passati, ha nettamente perso dinamicità: se tra il quarto trimestre 2011 e il quarto trimestre 2013 i consumi erano cresciuti in media del 2,2%, nei primi due trimestri del 2014 la progressione si è limitata all'1,2%. L'indicatore UBS conferma la tendenza in atto.

Il rallentamento ha un impatto importante sulle previsioni della crescita complessiva del prodotto interno lordo svizzero: gli economisti di UBS hanno così ridotto le loro stime per il 2014 dal +2,1% al +1,3%, mentre per il 2015 è atteso un +1,6% contro il +2,2% pronosticato in luglio.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.