Navigation

Consumi: indicatore UBS stabile in gennaio

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 febbraio 2012 - 11:49
(Keystone-ATS)

L'indicatore UBS dei consumi in gennaio è rimasto praticamente stabile, dopo l'aumento rilevato alla fine dello scorso anno. La consistente crescita delle immatricolazioni di auto nuove "segnala una solida propensione al consumo", scrive la banca in una nota di oggi. Per i prossimi mesi gli esperti dell'istituto pronosticano una nuova tendenza al rialzo del barometro.

In gennaio l'indice si è fissato a 0,92 punti, contro 0,94 nel dicembre 2011. Lo scorso mese le consegne di vetture hanno registrato un incremento del 15% rispetto al gennaio dell'anno passato, un andamento che va ricondotto essenzialmente alla forza del franco e al conseguente calo dei prezzi, osserva l'UBS.

Secondo l'indice nazionale dei prezzi al consumo, in gennaio il costo delle automobili nuove in media era in flessione del 12,4% rispetto a un anno prima. Il rovescio della medaglia è l'evoluzione nel commercio al dettaglio: l'arretramento dei prezzi incide sul giro d'affari, che "si attesta a livelli di recessione", rileva la banca. I costi fissi non possono essere ridotti nella stessa misura; di conseguenza i margini sono sotto pressione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?