Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Continuano a crescere costi sanitari, spesi 77,8 miliardi nel 2015 (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Continuano a crescere i costi del sistema sanitario in Svizzera: nel 2015 ogni residente ha speso 783 franchi al mese in media, per un totale di 77,8 miliardi.

È quanto risulta dai calcoli provvisori realizzati dall'Ufficio federale di statistica (UST) pubblicati oggi. Rispetto al 2014, la crescita è del 4,3%.

Dei 783 franchi spesi pro capite, 277 sono stati coperti dalle prestazioni dell'assicurazione malattie obbligatoria, 51 dalle assicurazioni complementari, 50 da altre assicurazioni sociali come l'AVS, l'AI e l'assicurazione contro gli infortuni, 32 franchi da altri enti della sicurezza sociale. Lo Stato ha finanziato 143 franchi e altri privati hanno contribuito con 12.

Le economie domestiche hanno pertanto dovuto sborsare, oltre ai premi assicurativi, i restanti 219 franchi per le spese per case di cura, trattamenti dentistici, partecipazioni ai costi ambulatoriali e stazionari.

L'aumento dei costi della salute nel 2015 è stato leggermente superiore alla tendenza in atto negli ultimi cinque anni, rileva l'UST. Delle regolari spese supplementari (4,3%), pari a 3,2 miliardi di franchi, il 68,3% (2,2 miliardi) è imputabile all'aumento delle spese degli ospedali (+1 miliardo), degli studi medici (+900 milioni) e degli istituti medico-sociali (+300 milioni), i quali complessivamente rappresentavano il 70,9% dei costi della salute.

Sono aumentate in misura superiore alla media le spese per i fornitori di prestazioni di sostegno (laboratori e salvataggio +9,3%), così come per gli altri fornitori di prestazioni ambulatoriali (+9,1%, senza gli studi medici e medico-dentistici), i quali rappresentavano però in totale soltanto il 7,9% delle spese della salute. Per gli altri fornitori di prestazioni, il tasso di crescita corrispondeva per lo più alla tendenza degli ultimi cinque anni.

L'UST precisa infine che la dinamica in atto negli ultimi anni ha richiesto un adeguamento della statistica in modo da garantire un raffronto a livello internazionale. La nuova metodologia ha portato a una revisione dei dati del 2014: la spesa di quell'anno risulta maggiore di 3,3 miliardi di franchi (+4,6% rispetto al calcolo con il metodo precedente).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS