Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nella sfida per abbattere l'inquinamento, tagliare le emissioni di CO2 e affrontare la crisi energetica lo spazio è la nuova frontiera. Scienziati cinesi stanno ragionando sull'idea di costruire un super impianto fotovoltaico in orbita, 36.000 km sopra la Terra.

La centrale sarebbe 12 volte più grande di piazza Tienanmen a Pechino e quasi due volte il Central Park di New York, scrive l'Accademia cinese delle Scienze sul proprio sito on line.

L'elettricità generata sarebbe convertita in microonde o laser e trasmessa ad un collettore sulla Terra. Il meccanismo è simile a quello descritto dallo scrittore di fantascienza Isaac Asimov nel libro "Reason", del 1941.

Wang Xiji, 93 anni, dell'Accademia Cinese delle Scienze (CAS) e membro dell'Accademia Internazionale di Astronautica spiega che "una stazione spaziale solare redditizia dovrebbe avere una superficie di pannelli di 5 o 6 km quadrati" e che "senza il ciclo terrestre 'giorno-notte', l'energia sarebbe raccolta il 99% del tempo". I "pannelli spaziali", secondo Duan Baoyan dell'Accademia cinese di Ingegneria (CAE), "possono generare energia dieci volte superiore a quelli sulla terra per unità di superficie, risolvendo così la crisi energetica".

Per Wang, infatti, "il mondo si bloccherà quando i combustibili fossili non potranno più sostenere lo sviluppo. Dobbiamo portare nello spazio la tecnologia solare prima di allora". Così alcuni scienziati e ingegneri spaziali del CAS, hanno scritto nel 2010 un rapporto secondo cui la Cina dovrebbe costruire una centrale solare sperimentale nello spazio entro il 2030, e una centrale commercialmente attiva entro il 2050.

Wang Xiji conclude che "quando l'energia solare dallo spazio diventerà la nostra energia primaria, la gente non dovrà più preoccuparsi dello smog e dell'effetto serra".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS