Navigation

Coop: nuovo contratto collettivo di lavoro

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 giugno 2013 - 12:14
(Keystone-ATS)

La Coop e i partner sociali hanno raggiunto un'intesa su un nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL), che sarà valido da inizio 2014 fino al 2017. Esso riguarda 37'0000 dipendenti del gigante del commercio al dettaglio.

Il CCL è stato negoziato con le organizzazioni dei lavoratori SIC Svizzera, Syna, Unia e UIC (Unione impiegati di Coop). Sostituirà quello in vigore che scade a fine anno, precisano il dettagliante e i partner sociali. Non tutte le richieste delle organizzazioni sindacali sono state accettate. Tuttavia il CCL apporta alcuni nuovi vantaggi.

I miglioramenti riguardano principalmente l'equilibrio tra vita familiare e professionale. Il congedo maternità sale a 16 settimane a partire dal quarto anno di attività nel gruppo ed è pagato al 100%. Finora valeva dal sesto anno.

Oltre a una settimana di congedo, i neo papà avranno il diritto a due settimane di vacanza non pagate. La controparte chiedeva due settimane pagate.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.