Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GERUSALEMME - Il responsabile della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), Martin Dahinden, ha effettuato il suo primo viaggio in Cisgiordania e nella striscia di Gaza. Il responsabile dell'agenzia umanitaria della Confederazione ha potuto rendersi conto in prima persona della situazione in cui versa la popolazione locale. Lo ha indicato lo stesso Dahinden all'ATS ad un giorno dal ritorno in patria.
In funzione dal maggio del 2008, Dahinden è giunto a Gerusalemme sabato, senza sapere se avrebbe ottenuto l'autorizzazione dalle autorità militari israeliane per recarsi nella striscia di Gaza. Una volta ricevuto il via libera, Dahinden ha potuto varcare il posto di frontiera di Erez.
La Svizzera è attiva nello sviluppo rurale e nella formazione professionale. "Malgrado la situazione, la gente prende il proprio destino in mano", a spiegato il direttore della DSC, "e se li aiutiamo riusciamo ad ottenere dei risultati".
A Ramallah, sede dell'Autorità palestinese, Dahinden ha incontrato il ministro palestinese della pianificazione. Nessun contatto invece con i rappresentanti ufficiali di Hamas.
Il lavoro dell'ufficio della DSC a Gerusalemme è sulla "buona strada", ha concluso Dahinden, ma bisognerà focalizzare l'aiuto su un certo numero di progetti concreti. I sussidi svizzeri per la Cisgiordania e Gaza ammontano a 21 milioni di franchi per il 2010.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS