Navigation

Cop25: delegazione svizzera, meglio nulla che pessimo accordo

Il capo della delegazione svizzera alla Cop25 Franz Perrez in un'immagine d'archivio. KEYSTONE/MARTIAL TREZZINI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 dicembre 2019 - 21:35
(Keystone-ATS)

La Svizzera ritiene troppo vaga la prima formulazione di un possibile accordo alla conferenza dell'Onu sul clima, in particolare in merito alla regolazione del mercato globale del carbonio.

Sul mercato del CO2 è meglio che quest'anno non si raggiunga alcuna intesa piuttosto che ottenerne una pessima, ha affermato Franz Perrez, il capo della delegazione elvetica alla Cop25 di Madrid, interrogato nel telegiornale della televisione svizzerotedesca SRF. "Se prendiamo una decisione piena di scappatoie, non ce ne libereremo più", ha affermato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.