Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La portaerei statunitense Carl Vinson, diretta verso la Corea del Nord.

KEYSTONE/AP Yonhap/JO JUNG-HO

(sda-ats)

Le forze armate nordcoreane hanno annunciato di essere pronte a prendere "le più dure" contromisure contro gli Stati Uniti se continueranno con le provocazioni.

"Le nostre controazioni più dure contro gli Usa e i loro vassalli saranno prese senza alcuna pietà, tali da non permettere all'aggressore di sopravvivere", ha affermato un portavoce del Comando generale di Pyongyang in una dichiarazione rilanciata dall'agenzia ufficiale Kcna.

La dichiarazione arriva nel mezzo del crescente pressing di Washington sulla Cina, il tradizionale e storico alleato di Pyongyang, oltre all'avvicinamento della portaerei Uss Carl Vinson e del suo gruppo d'attacco verso la penisola coreana.

Il monito delle forze armate della Corea del Nord giunge quando sono in aumento i timori che domani 15 aprile, il giorno del 105esimo compleanno di Kim Il-sung, fondatore dello Stato e nonno dell'attuale leader Kim Jong-un, possa maturare il sesto test nucleare o il lancio del missile intercontinentale a lungo atteso. Un'altra data plausibile è quella del 25 aprile, in occasione dell'85esimo anno della fondazione dell'Esercito popolare di Corea.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS