La sospensione delle attività nell'area industriale di Kaesong da parte della Corea del Sud è "una pericolosa dichiarazione di guerra".

Lo sostiene il governo di Pyongyang secondo quanto riportato dai media nordcoreani.

La decisione di Seul, ha annunciato il ministro dell'Unificazione sudcoreano, è volta a privare la Corea del Nord dei fondi normalmente utilizzati per sviluppare la sua tecnologia nucleare.

Dal complesso industriale co-gestito con il sud, Pyoongyang ha ricavato 616 miliardi di won (circa 457 milioni di euro) dal 2003.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.