Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Gli obiettivi economici della Corea del Nord rimangono invariati". Lo ha detto un alto funzionario del Comitato statale per lo sviluppo economico a proposito dell'esecuzione dello zio del leader Kim Jong-un, Jang Song-Thaek, ex numero due del regime di Pyongyang e responsabile delle relazioni con la Cina.

Nonostante i "gravi danni alla nostra economia, la politica economica della Corea del Nord non cambierà assolutamente", ha spiegato il funzionario alla Bbc. "È tutto come prima".

Ieri la corea del Nord ha richiamato in patria dalla Cina i suoi intermediari d'affari. Secondo un rapporto della Corea del sud, Kim potrebbe voler coinvolgere nella "purga" anche i collaboratori dello zio che è stato fino a giovedì scorso il tramite dei legami economici con Pechino.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS