Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Corea del Nord ha annunciato oggi la destituzione del capo dell'esercito Ri Yong-ho a causa di una "malattia". L'annuncio ha innescato una serie di voci su una possibile "purga" in corso nell'esercito del misterioso Paese comunista. Secondo esperti sudcoreani, il licenziamento di Ri potrebbe indicare che è in corso in Corea del Nord una lotta di potere legata al consolidamento della posizione di Kim Jong-un, il giovane leader succeduto al padre Kim Jong-il, morto lo scorso dicembre.

Sembra che il licenziamento di Ri "segua un copione che abbiamo visto svolgersi almeno fin dallo scorso marzo", ha dichiarato alla rete televisiva Cnn Andrei Lankov, un esperto di Corea del Nord che insegna all'Università di Seul. "La gente che possiamo considerare legata a Jang Song Taek sta avendo la meglio", ha aggiunto. Jang Song Taek è uno zio acquisito di Kim Jong-un, avendo sposato la sorella di Kim Jong-il, Kim Kyong-hui. Jang e la moglie, entrambi di 66 anni, avrebbero una forte influenza sul giovane "leader supremo", che ha meno di 30 anni e manca di esperienza politica.

Jang, che per alcuni anni era sparito dalla scena prima di tornare in primo piano negli ultimi mesi di vita di Kim Jong Il, è considerato un "riformista". Nel contesto nordcoreano questa significa che sarebbe favorevole ad una graduale trasformazione dello società, ora dominata da una logica stalinista e militarista, spostandola sul modello cinese: cauta apertura all'iniziativa privata e agli investimenti stranieri mentre il Partito dei Lavoratori manterrebbe intatto il suo monopolio sulla vita politica del Paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS