Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un gruppo di nordcoreani disertori di base a Londra chiese a Kim Jong-nam, fratellastro del leader Kim Jong-un ucciso il 13 febbraio all'aeroporto di Kuala Lumpur, la cooperazione per costituire un governo in esilio.

I contatti, secondo i media nipponici, sarebbero andati avanti nel tempo fino allo scorso anno: Kim era stato messo a conoscenza dell'offerta della leadership che rifiutò perché non interessato.

Il gruppo, che gestisce il sito di news online "FreeNK" che opera come un network tra dissidenti in Europa, non esclude che proprio questo approccio possa aver fatto precipitare gli eventi fino alla morte per mano del gas nervino "agente Vx".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS