Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tredici nordcoreani, parte del personale assegnato presso uno dei ristoranti all'estero di Pyongyang, hanno disertato e trovato rifugio in Corea del Sud.

Lo ha reso noto il ministero dell'Unificazione di Seul, secondo cui "l'operazione si è conclusa positivamente giovedì".

Sono un manager e 12 lavoratrici, ha spiegato il portavoce del ministero Jeong Joon-hee che non ha fornito altri dettagli su provenienza e rotte seguite per raggiungere il Sud a causa di motivi di sicurezza e frizioni diplomatiche col Paese coinvolto.

È il primo caso di "fuga di gruppo" da uno dei ristoranti nordcoreani all'estero, che costituiscono una fonte primaria di raccolta di valuta straniera per le casse del regime.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS