Navigation

Corea Nord, interrotti negoziati su nucleare con Usa

La delegazione nordcoreana a Stoccolma. KEYSTONE/EPA YNA/JOINT PRESS CORPS / HANDOUT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 ottobre 2019 - 19:57
(Keystone-ATS)

La Corea del Nord ha annunciato stasera lo stop ai negoziati con gli Stati Uniti sul nucleare, ripresi ieri in Svezia.

Lo ha scritto l'agenzia nordcoreana Yonhap, citando le frasi del capo della delegazione di Pyongyang, Kim Myong-gil, davanti all'ambasciata della Corea del Nord a Stoccolma.

I colloqui non hanno quindi sbloccato lo stallo causato a fine febbraio, quando il secondo summit di Hanoi tra il presidente Donald Trump e il leader Kim Jong-un si chiuse con la rottura per l'impossibilità di equilibrio tra denuclearizzazione della penisola e allentamento delle sanzioni.

Oggi, il rappresentante speciale Usa per gli affari nordcoreani Stephen Biegun e la controparte di Pyongyang, Kim Myong-gil, ex ambasciatore in Vietnam, si sono visti a Villa Elfvik Strand, un centro conferenze a Lidingo, nordest di Stoccolma, all'indomani del faccia a faccia preparatorio tenuto dai loro vice.

Dopo la sessione di confronto del mattino, Kim ha opposto un brusco "vedremo" alla domanda se fosse soddisfatto dei nuovi colloqui, ha riferito la Yonhap, quando a Pechino, prima di partire per la Svezia, aveva detto di essere "ottimista". In serata l'annuncio della sospensione delle trattative.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.