Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Corea del Nord ha annunciato la messa a punto di un missile tattico di nuova concezione e ventilato il suo utilizzo in attacchi ad altissima precisione in caso di minaccia alla sua sovranità territoriale.

All'indomani del lancio di tre missili a corto raggio nel mar del Giappone, l'agenzia ufficiale Kcna, pur senza dare dettagli su luogo e giorno, ha precisato che il leader Kim Jong-un ha guidato il test del vettore di "nuova concezione e all'avanguardia come missile tattico per l'ultra precisione".

Il lancio, effettuato "con successo", ha sottolineato inoltre la "performance scientifica e tecnologica" di cui può ora disporre l'Esercito Popolare di Corea potendo contare sulla varietà "di armi guidate a breve, medio e lungo raggio".

Non si riteneva che la Corea del Nord avesse negli arsenali missili guidati, ma l'analisi dei recenti film diffusi dalla propaganda ha rivelato l'acquisto di una variante del vettore russo, il KH-35.

All'inizio di maggio, dall'esame delle immagini satellitari fatto dall'Istituto coreano-americano della Johns-Hopkins di Washington era emerso che Pyongyang aveva testato la propulsione di uno o più missili balistici intercontinentali (ICBM).

SDA-ATS