Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'immagine mostra il missile a medio raggio Pukguksong-2.

KEYSTONE/AP KCNA via KNS

(sda-ats)

La Corea del Nord ha trasmesso le immagini del test fatto domenica del suo missile a medio raggio, quasi a voler ribadire il successo dell'intera operazione.

Il vettore, chiamato Pukguksong-2, è riuscito a completare la distanza di 500 km, anche in base alle rilevazioni satellitari di Usa e Corea del Sud, prima di cadere nel mar del Giappone.

Il video, diffuso dalla tv di Stato Kctv, ha mostrato il missile su un lanciatore mobile di nuova fabbricazione, mentre la partenza è avvenuta in verticale seguita da un cambio di direzione in volo. In più, sembrerebbe esserci l'uso di tecnologie sofisticate, come l'accensione dei motori dopo il "sollevamento a freddo" del razzo. Il vettore avrebbe utilizzato combustibile solido che ha il duplice vantaggio di poter sfuggire ai sistemi antimissile di Seul e Washington e di poter coprire una gittata molto più lunga.

Il leader nordcoreano Kim Jong-un, ha annunciato nel suo discorso alla nazione di inizio anno che il Paese era nella fase finale dello sviluppo di un missile intercontinentale.

Nelle immagini e nelle foto dei media ufficiali, tuttavia, non è stato possibile rilevare la presenza di Kim Rak-gyom, generale a capo delle Forze strategiche. Kim era assente a un altro evento militare importante di pochi giorni fa, collegato a un missile a lunghissima gittata, rilanciando i rumor di una possibile caduta in disgrazia per i fallimenti dei missili Musudan dello scorso anno. Sono vettori made in Dprk di gittata di 3-4000 km: su otto provati, solo uno ha dato esito parzialmente positivo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS