Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il vice maresciallo Choe Ryong-hae è il nuovo vicepresidente della Commissione nazionale di Difesa, l'organo istituzionale più alto e potente della Corea del Nord, presieduta dal leader Kim Jong-un. Choe è una delle nomine chiave decise oggi dal nuovo parlamento riunitosi per la prima volta dopo le elezioni dello scorso mese. L'ex ambasciatore in Svizzera, Ri Yong-su, è invece il nuovo ministro degli Esteri.

Choe, tra i più stretti collaboratori di Kim e sospettato a un certo punto di essere finito in disgrazia, ha - in base a quanto riferito dai media ufficiali - preso di fatto il posto di Jang Song-thaek, lo zio e tutore del giovane leader, giustiziato a dicembre con l'accusa di alto tradimento.

L'ottantaseienne Kim Yong-nam continua a essere al vertice del cerimoniale di Stato, ad agire come un capo di Stato de facto. Altra conferma è la rielezione a premier di Pak Pong-ju le cui sorti erano incerte: all'inizio del mese, la stampa sudcoreana, citando fonti governative, ha riferito che Pak era finito nel mirino per i pochi progressi fatti sul difficile fronte del rilancio dell'economia.

L'ex ambasciatore in Svizzera, Ri Yong-su, è il nuovo ministro degli Esteri: Ri era conosciuto per essere stato il tutore del giovane Kim quando, nell'adolescenza, sotto falso nome, studiava in un istituto pubblico alla periferia di Berna, la Scuola media Steinhölzli di Liebefeld/Köniz.

Gli altri due vicepresidenti della Commissione nazionale di Difesa, Ri Yong-mu e O Kuk-ryol, sono riconfermati, mentre Kim Kyok-sik, che aveva guidato il ministero delle Forze Armate e che era considerato un "falco", non fa più parte della Commissione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS