Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Malaysia e Corea del Nord hanno trovato l'accordo sul corpo di Kim Jong-nam.

Il fratellastro del leader Kim Jong-un, ucciso il 13 febbraio all'aeroporto di Kuala Lumpur, verrebbe trasportato a Pyongyang da dove, come contropartita, partirebbero i residui cittadini malesi residenti.

Lo riporta China Press, quotidiano malese in lingua cinese, secondo cui la Malaysia avrebbe accettato anche di far partire i 3 cittadini nordcoreani sospettati di aver avuto un ruolo nella vicenda, tra cui un diplomatico. L'intesa chiuderebbe la crisi diplomatica, anche se l'annuncio, atteso per oggi e anticipato ieri dal vice premier malese Ahmad Zahid Hamidi, non è arrivato.

La Corea del Nord ha negato coinvolgimenti nella morte di un cittadino nordcoreano con "passaporto diplomatico col nome Kim Chol", addebitando le responsabilità a Malaysia e Corea del Sud.

L'ambasciata del Nord a Kuala Lumpur ha permesso alla polizia ieri di visitare il compound per le indagini, dopo il rifiuto iniziale. Secondo i media locali, il corpo di Kim sarebbe stato trasferito in un'altra parte della Malaysia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS