Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Kim Jong Nam in una foto del 2001.

Keystone/AP/ITSUO INOUYE

(sda-ats)

Secondo l'intelligence sudcoreana l'omicidio di Kim Jong-nam, fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un, è stato organizzato da Pyongyang ed eseguito da persone collegate ai servizi segreti e al ministero degli Esteri.

In un'audizione al parlamento di Seul, i vertici del National intelligence service hanno ribadito i giudizi espressi nei giorni scorsi sulla matrice dell'operazione, aggiungendo che quattro degli 8 sospettati, riporta l'agenzia Yonhap, sono ritenuti al servizio del ministero della Sicurezza statale e altri due del ministero degli Esteri.

Kim è stato ucciso il 13 febbraio all'aeroporto internazionale di Kuala Lumpur con l'uso di gas nervino, l'agente VX.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS