Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seul vuole intervenire per fermare la Corea del Nord del leader Kim Jong Un.

KEYSTONE/AP/WONG MAYE-E

(sda-ats)

Il governo sudcoreano lancia il suo appello alla comunità internazionale: "ll tempo non è dalla nostra parte. Siamo in una fase cruciale. La Corea del Nord si avvicina al momento finale della sua escalation nella minaccia nucleare".

"Occorre - dice ancora Seul - che la comunità internazionale produca il massimo sforzo per fermare Pyongyang, altrimenti sarà troppo tardi". L'appello viene lanciato alla Conferenza mondiale di giornalismo, in programma in diverse città della Corea del Sud fino all'8 aprile, attraverso il viceministro degli Esteri Ahn Chong-ghee.

L'invito, in vista del vertice tra il presidente americano Donald Trump e il presidente cinese Xi Jinping del 6 e 7 aprile, è ad unire le forze e inasprire le sanzioni per costringe il leader nordcoreano Kim Jong-un a cambiare rotta.

La Corea del Nord - ricorda il governo sudcoreano - ha accelerato la sua corsa nel nucleare con due test e 24 lanci missilistici lo scorso anno e tre test già quest'anno. Un quarto sarebbe in preparazione.

"Dopo ogni test - ha aggiunto Ahn Chong-ghee - Pyongyang si avvicina sempre più all'obiettivo della distruzione di massa", con missili in grado di raggiungere Europa e Stati Uniti. Con l'arrivo al potere di Kim Jong-un tutti gli sforzi per arrivare alla denuclearizzazione, che pure negli ultimi venti anni hanno portato a tre differenti accordi, anche se poco efficaci, si sono infranti davanti al rifiuto di qualunque negoziato del nuovo leader.

"Usa, Giappone, Australia e Ue hanno stretto la morsa sulla Corea del Nord con sanzioni unilaterali - ha proseguito l'esponente governativo - ma servono misure sempre più forti in grado di modificare il corso degli eventi. In quest'ottica l'alleanza con gli Usa ci consente di mettere in campo nuovi deterrenti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS