Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Corte costituzionale, sì a impeachment Park Geun-hye

Keystone/EPA/JEON HEON-KYUN / POOL

(sda-ats)

La Corte costituzionale sudcoreana ha approvato la proceduta di impeachment, avviata a dicembre dal parlamento, della presidente Park Geun-hye per il coinvolgimento nello scandalo partito dalla sua stretta confidente Choi Soon-sil. Park decade così dalla carica.

Choi Soon-sil, la 'sciamana' e confidente della (ormai ex) presidente sudcoreana Park Geun-hye, si è "immischiata in affari di Stato": è una delle motivazioni alla base dell'impeachment accolto dalla Corte costituzionale.

Il dispositivo, letto dalla presidente della corte Lee Jung-mi, punta il dito contro "la fuga di molti documenti riservati" da parte di Park e relativi ad affari di Stato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS