Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SEUL - L'affondamento della corvetta sudcoreana Cheonan da parte della Corea del Nord rappresenta una "violazione dell'armistizio" che ha messo fine alla Guerra di Corea del 1950-53, oltre che una chiara "provocazione militare". Lo ha detto oggi il presidente sudcoreano, Lee Myung-bak, citato dall'agenzia Yonhap, durante una riunione di emergenza del Consiglio Nazionale di Sicurezza.
Lee, inoltre, ha invitato i ministeri competenti a individuare "contromisure sistematiche e risolute contro la Corea del Nord affinché questo tipo di provocazione sconsiderata non si possa più ripetere". Allo stesso tempo, tuttavia, Lee ha sottolineato la necessità di mantenere una linea di assoluta prudenza, in quanto "il caso in questione è talmente grave da non permettere il minimo errore" da parte del governo di Seul in risposta a Pyongyang.

SDA-ATS