Navigation

Coree: al via manovre Seul-Usa, nord minaccia guerra totale

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 agosto 2011 - 07:20
(Keystone-ATS)

Le forze armate di Corea del Sud e Stati Uniti hanno dato il via oggi alle esercitazioni annuali congiunte con lo scopo di perfezionare le difese contro la Corea del Nord. Pyongyang, dal canto suo, ha condannato l'iniziativa osservando che la penisola coreana si trova ad affrontare la sua "peggiore crisi" e minacciando la "guerra totale".

Le manovre ('Ulchi Freedom Guardian', Ufg), lanciate nel 1975 per migliorare l'interoperabilità tra le due forze, andranno avanti fino al 26 agosto, schierando 56.000 militari sudcoreani e 30.000 americani, di cui 3.000 provenienti da altre basi e missioni statunitensi della regione del Pacifico.

Il Combined Forces Command (Cfc), il comando interforze Usa-Sud, ha fatto sapere che il numero totale dei militari coinvolti sarà di 530.000, includendo gli uomini di 7 Paesi (Gran Bretagna, Francia, Australia, Canada, Thailandia, Norvegia e Danimarca) del United Nations Command, il comando Onu in Corea del Sud. Le esercitazioni simuleranno l'annientamento delle armi di distruzione di massa della Corea del Nord, con l'obiettivo di "rafforzare le posizioni contro ogni possibile minaccia".

La penisola coreana, ha fatto sapere Pyongyang attraverso l'agenzia ufficiale Kcna riprendendo un commento pubblicato sul Rodong Sinmun, sta affrontando "la peggiore crisi nella sua storia. Una guerra totale può essere causata da qualsiasi incidente".

Le operazioni Seul-Washington puntano a neutralizzare "le strutture di produzione nucleare e di missili del Nord. Il nostro esercito e la nostra gente non rimarrà inerte di fronte alla massiccia mobilitazione di truppe da parte degli imperialisti americani, che minacciano i nostri diritti sovrani".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?