Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SEUL - I ministri degli Esteri che hanno preso parte al Forum sulla sicurezza regionale (Arf) dell'Asean, l'Associazione dei Paesi del sudest asiatico, hanno espresso "profonda preoccupazione" per l'affondamento della corvetta sudcoreana Cheonan del 26 marzo, che ha causato la morte di 46 marinai, senza attribuire responsabilita' alla Corea del Nord.
La dichiarazione rilasciata dalla presidenza dell'Arf, resa nota dopo lunghe ore di negoziati e trattative, e' esattamente la stessa di quella della presidenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu, adottata in merito alla questione lo scorso 9 giugno.
Al Forum sulla sicurezza regionale (Arf) dell'Asean, tenutosi ad Hanoi, in Vietnam, hanno partecipato i ministri degli Esteri di 26 Paesi - tra cui Usa, Cina, Russia, Giappone e le due Coree, piu' l'Unione europea - che "hanno espresso profonda preoccupazione per l'affondamento della corvetta della marina della Repubblica di Corea, la Cheonan", si legge nella dichiarazione della presidenza.
I ministri, inoltre, "hanno sottolineato l'importanza di mantenere la pace e la stabilita' nella penisola coreana e nella regione, e hanno invitato tutte le parti interessate a risolvere le controversie con mezzi pacifici".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS