Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SEUL - La Corea del Nord, che ieri sera ha compiuto l'ennesima provocazione militare sparando oltre un centinaio di colpi nel mar Giallo all'altezza del confine con il Sud, minaccia di utilizzare il proprio deterrente nucleare per "mostrare cosa sia una vera guerra".
In un editoriale pubblicato oggi dal quotidiano statale Rodong Sinmun, organo ufficiale del Partito dei lavoratori nordcoreano, Pyongyang mette in guardia "coloro che sono animati dalla febbre di guerra", promettendo di organizzare un "conflitto di rappresaglia basato sul deterrente nucleare".
Il giornale, tuttavia, scrive anche che "la questione più urgente nella penisola coreana è creare un'atmosfera di pace", unico modo per placare la recente escalation di tensioni militari tra Seul e Pyongyang.
Ieri sera, intorno alle 17.30 locali (le 10.30 in Svizzera), l'artiglieria nordcoreana è entrata in azione sparando oltre un centinaio di colpi nel mar Giallo, nelle immediate vicinanze del confine marittimo con la Corea del Sud, possibilmente in risposta alle imponenti esercitazioni navali appena concluse nell'area da Seul.
Stando alla ricostruzione dell'accaduto, i colpi sono finiti tutti senza causare danni nella parte nordcoreana della Northern Limit Line (Nll), la linea di demarcazione ideale tracciata nel mar Giallo dopo la guerra di Corea (1950-53) e mai riconosciuta da Pyongyang.
Il governo sudcoreano oggi ha protestato ufficialmente con le autorità del Nord per l'accaduto, invitando il regime comunista a "interrompere immediatamente ogni azione provocatoria".
In questo scenario di tensioni, si è svolto oggi il quarto vertice a livello di colonnelli tra il Comando Onu a guida Usa di stanza a Seul e la delegazione di militari della Corea del Nord, nel villaggio di Panmunjon, all'altezza della frontiera tra le due Coree. I colloqui hanno l'obiettivo di trovare un accordo per procedere a una nuova serie di incontri a livello di generali, in cui discutere temi legati all'armistizio del 1953 (che ha messo fine alla guerra di Corea) e alla questione dell'affondamento della corvetta sudcoreana Cheonan.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS