Navigation

Coree: Usa e Seul bocciano proposta Cina su dialogo a sei

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2010 - 13:46
(Keystone-ATS)

SEUL - Stati Uniti e Corea del Sud hanno bocciato il piano della Cina di un incontro ai primi di dicembre, sia pure di natura straordinaria, nell'ambito del negoziato a Sei per 'raffreddare' le tensioni intercoreane, dopo i colpi di artiglieria di Pyongyang contro l'isola sudcoreana di Yeonpyeong che ha ucciso due marine e due civili.
Il segretario di Stato americano, Hillary Clinton, e il ministro degli Esteri di Seul, Kim Sung-hwan, si sono trovati d'accordo nel corso della riunione tenuta in Kazakhstan, a margine del vertice dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Osce).
Le parti, si legge in un comunicato, hanno convenuto che i negoziati a Sei (cui partecipano le due Coree, Russia, Usa, Cina e Giappone e che puntano all'abbandono dei piani nucleari del Nord) possono riprendere a patto che Pyongyang compia passi concreti per la rinuncia alle sue ambizioni atomiche.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.