Navigation

Coronavirus: 1,5 miliardi di studenti a casa, Unesco lancia azione

Si studia a casa. KEYSTONE/AP/Peter Komka sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2020 - 15:22
(Keystone-ATS)

L'Unesco ha annunciato la costituzione di una grande coalizione mondiale formata da organizzazioni internazionali, ong e imprese private per aiutare un miliardo e mezzo di bambini e studenti rimasti senza scuola a causa della pandemia di coronavirus.

La coalizione ha l'obiettivo di "aiutare gli Stati a sviluppare le migliori soluzioni d'insegnamento a distanza per raggiungere i bambini e i giovani più a rischio", ha indicato in un comunicato l'organizzazione dell'Onu.

Secondo l'Unesco, l'87 per cento della popolazione scolastica mondiale è toccata dalla chiusura delle scuole a causa del coronavirus, pari a 1,5 miliardi di scolari e studenti in 165 Paesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.