Navigation

Coronavirus, a Berna manifestazione contro autorità

La reazione della polizia è stata blanda. KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2020 - 18:45
(Keystone-ATS)

Un'ottantina di persone hanno manifestato questo pomeriggio davanti a Palazzo federale a Berna contro le misure adottate dalla Confederazione per evitare la propagazione del coronavirus.

I partecipanti hanno chiesto che la situazione di emergenza sia abbandonata immediatamente.

Su striscioni si poteva leggere "La vecchia normalità ora". I manifestanti hanno fatto appello al rispetto dei diritti fondamentali e si sono opposti alle restrizione delle libertà come quella di riunione.

Per alcuni di loro il coronavirus non è più pericoloso della comune influenza e quindi la situazione di emergenza non sarebbe mai dovuta essere decretata. I movimenti sostenitori di tali idee sono eterogenei. Tra questi si trovano i contrari alla vaccinazione, alle antenne di telefonia mobile, alla globalizzazione o seguaci delle idee esoteriche.

La polizia in un primo tempo ha lasciato che i manifestanti si riunissero e ha poi formato un circolo avvicinandosi per parlare con loro e chiedere l'identità di alcuni.

Il raduno si è poi sciolto. La polizia è rimasta nelle vicinanze di Piazza Federale per evitare un'altra manifestazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.