Navigation

Coronavirus: a Wuhan si disinfettano gli impianti fognari

A Wuhan si disinfettano impianti fognari KEYSTONE/EPA/WU HONG sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 febbraio 2020 - 12:20
(Keystone-ATS)

Per garantire la sicurezza delle reti di scarico di Wuhan, l'epicentro del focolaio del nuovo coronavirus, la città ha effettuato la disinfezione degli impianti fognari e di smaltimento delle acque reflue. Lo ha annunciato oggi l'Ente dell'acqua locale.

Nelle comunità con alto rischio di diffusione dell'epidemia e nei centri di isolamento, è stata effettuata una disinfezione con particolare attenzione ai giunti delle condutture, alle fosse settiche e ai pozzi di scarico.

Il processo è stato inoltre ottimizzato negli impianti di depurazione e nelle stazioni di pompaggio delle acque reflue della città per garantire che la qualità dell'acqua trattata sia conforme agli standard nazionali.

Le statistiche mostrano che da quando la disinfezione degli impianti di drenaggio e di trattamento delle acque reflue è stata avviata il 29 gennaio a Wuhan sono state impiegate 6'520 persone e versate 1'963,58 tonnellate di disinfettanti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.