Navigation

Coronavirus: altri 5 valichi tra Ticino e Italia chiusi

Tra i nuovi valichi chiusi vi è quello di Pizzamiglio. KEYSTONE/ANDREAS EGGENBERGER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 marzo 2020 - 08:09
(Keystone-ATS)

Dalla scorsa mezzanotte, altri cinque valichi minori tra Ticino e Italia sono chiusi. Questa misura va ad aggiungersi a quella applicata lo scorso 11 marzo a nove valichi.

I cinque valichi interessati sono quelli di Arogno, Brusino, Pizzamiglio, Camedo e Fornasette.

Il nuovo provvedimento è stato deciso ieri dallo Stato maggiore cantonale di condotta (SMCC), unitamente all'Amministrazione federale delle dogane (AFD), al fine di arginare la diffusione del coronavirus in Svizzera e proteggere la popolazione e l'assistenza sanitaria, indica una nota dello SMCC diramata ieri sera.

La misura fa seguito alla decisione del Consiglio federale di proclamare lo stato di "situazione straordinaria" a partire proprio dalla scorsa mezzanotte.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.