Navigation

Coronavirus: anche NY pronta a liberare detenuti a rischio

A causa del coronaviris, Harvey Weinstein sarà traferito in un altro carcere (foto d'archivio). KEYSTONE/AP/Mark Lennihan sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 marzo 2020 - 21:53
(Keystone-ATS)

Anche i carceri di New York, dopo quelli di Los Angeles e Cleveland, si preparano a rilasciare centinaia di detenuti per il coronavirus, quelli più a rischio contagio e condannati per reati minori.

Lo ha annunciato il sindaco di New York Bill De Blasio, dopo che una guardia e un prigioniero sono risultati positivi al Covid-19 nel penitenziario di Rikers Island, dove è detenuto anche Harvey Weinstein. L'ex produttore di Hollywood sarà trasferito in un altro carcere.

Tra i prigionieri anche Michael Cohen, ex avvocato personale di Trump, il truffatore Bernie Madoff, e il signore della droga colombiano Gilberto Rodriguez-Orejuela.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.