Navigation

Coronavirus: Apple chiude tutti i negozi fuori da Cina

Apple chiude temporaneamente tutti i suoi negozi a causa del coronavirus, salvo quelli cinesi appena riaperti. KEYSTONE/AP/Mark Schiefelbein sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 marzo 2020 - 11:19
(Keystone-ATS)

A causa del coronavirus Apple chiude tutti i suoi negozi nel mondo, a eccezione dei 42 Store in Cina che la compagnia ha riaperto ieri. Lo annuncia il Ceo Tim Cook su Twitter. Anche Zara corre ai ripari.

"Nei nostri luoghi di lavoro e nelle nostre comunità, dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la diffusione del Covid-19. Apple chiuderà temporaneamente tutti i negozi al di fuori della Cina fino al 27 marzo, e si impegna a dare 15 milioni per aiutare la guarigione in tutto il mondo".

L'epidemia colpisce però anche altre grandi aziende. Zara ha ad esempio annunciato la chiusura di tutti i suoi negozi in Spagna per far fronte all'emergenza coronavirus. Lo riporta il Guardian.

Con 4.231 casi e 120 morti, la Spagna è il secondo Paese europeo per contagi da Covid-19 dopo l'Italia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.