Navigation

Coronavirus: atterrato a Zurigo ultimo volo di rimpatrio

L'operazione di rimpatrio è da considerarsi conclusa (foto d'archivio). KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 aprile 2020 - 21:42
(Keystone-ATS)

È atterrato in serata a Zurigo quello che dovrebbe essere l'ultimo volo di rimpatrio con cittadini svizzeri bloccati all'estero dal coronavirus.

L'aereo, con a bordo 46 connazionali e 46 passeggeri di altre nazionalità, tra cui 24 residenti nella Confederazione, proveniva dall'Africa.

Il volo è stato operato dalla Helvetic Airways, informa il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) sul proprio sito web. L'aereo, partito ieri proprio da Kloten, ha fatto tappa ad Accra (Ghana), Abidjan (Costa d'Avorio) e Ouagadougou (Burkina Faso).

Si è trattato del decimo collegamento organizzato da Berna per riportare a casa viaggiatori dal continente africano. L'equipaggio, formato da tre piloti, quattro membri del personale di cabina e un meccanico, si è offerto volontario per questa operazione di recupero.

Si conclude così la più grande campagna di rimpatrio allestita da Berna, iniziata il 22 marzo. Le autorità restano comunque in contatto con gli svizzeri che non sono ancora riusciti a rientrare. Secondo informazioni delle ambasciate elvetiche sarebbero qualche centinaia.

La Confederazione ha recuperato da tutto il mondo 7200 persone, di cui 4100 con passaporto elvetico. Grazie a voli organizzati da altri Paesi sono invece tornati 1500 svizzeri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.