Navigation

Coronavirus: Banca mondiale, sino a 100 mln rischio povertà

L'allarme è stato lanciato dal presidente della Banca mondiale David Malpass (immagine d'archivio dello scorso autunno). KEYSTONE/AP/Jose Luis Magana sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 agosto 2020 - 08:30
(Keystone-ATS)

La crisi della pandemia di Covid-19 potrebbe trascinare nell'estrema povertà fino a oltre 100 milioni di persone, contro una precedenza stima di 60 milioni.

È l'allarme lanciato dal presidente della Banca mondiale David Malpass in un colloquio con l'agenzia di stampa Afp. Il numero, ha aggiunto, potrebbe aumentare se la pandemia si dovesse aggravare o dovesse perdurare.

Questo rende "imperativo" per i creditori ridurre i debiti dei Paesi poveri, ha spiegato, con un appello che va oltre la proroga della moratoria sul debito di tali Paesi. In aprile il Gruppo dei 20 (G20, che riunisce grossomodo i Paesi più industrializzati) ha deciso di sospendere sino alla fine del 2020 i rimborsi dei debiti dei Paesi più poveri.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.