Coronavirus: Berlusconi dimesso, 'l'ho scampata bella'

L'ex premier italiano Silvio Berlusconi all'uscita dall'ospedale San Raffaele di Milano KEYSTONE/AP/Luca Bruno sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 settembre 2020 - 19:30
(Keystone-ATS)

Dopo undici notti di ricovero, l'ex premier italiano Silvio Berlusconi ha lasciato questa mattina l'ospedale San Raffaele di Milano dopo aver affrontato quella che, a suo dire, "è stata la prova più pericolosa della mia vita".

Ricoverato la notte del 3 settembre perché positivo al Covid-19 e con una polmonite bilaterale, il leader di Forza Italia è uscito dal settore Diamante - quello riservato ai pazienti solventi - poco dopo le 11.30, in completo blu, camicia azzurra, cravatta e l'immancabile spilletta del suo partito, accompagnato dalla sua scorta, da Alberto Zangrillo, suo medico di fiducia e responsabile del reparto di Anestesia e Rianimazione, e da Licia Ronzulli, senatrice azzurra e sua assistente alla comunicazione.

Trascorrerà i prossimi giorni in isolamento domiciliare nella sua villa di Arcore, in attesa di due tamponi consecutivi il cui esito dovrà essere negativo. Solo dopo potrà dirsi definitivamente 'libero' da questa "malattia grave" che lo ha colpito con una "carica virale più alta tra le decine di migliaia osservate al San Raffaele".

Condividi questo articolo